Cosa rende efficace la psicoterapia?

La psicoterapia psicoanalitica impiega lo strumento narrativo e il linguaggio verbale, per permettere la costruzione di significati nuovi.

Lo psicoterapeuta e il paziente ricercano insieme un significato, che viene elaborato in modo relazionale e interpersonale, attraverso la negoziazione e la collaborazione.

La comprensione è un atto che implica una qualche sorta di mutuo impegno, una forma particolare di incontro delle menti. | H.W. Loewald

La condivisione permette al paziente di sperimentare il proprio mondo interno, e di sperimentasi efficace rispetto all’elaborazione delle proprie emozioni.

Attraverso la relazione terapeutica può essere gradualmente innalzata la capacità del paziente di tollerare ed elaborare l’impatto emotivo degli eventi. | P.M. Bromberg

Via via che la psicoterapia procede, avviene un’interiorizzazione della reciprocità dialogica e si produce un progressivo superamento della circolarità viziosa del monologo mentale.

Attraverso questo scambio, la facoltà di autoriflessione può svilupparsi ed evolvere.

Il percorso psicoterapeutico favorisce la consapevolezza storica, cioè un senso di continuità temporale del proprio sé, che permette di sentire il proprio passato come connesso all’esperienza attuale.

Nel corso della psicoterapia, avviene un’apertura a significati nuovi. Ciò permette al paziente di interrompere la rigida ripetizione di quegli schemi che, fino a quel momento, si sono rivelati di ostacolo alla piena espressione e alla realizzazione di sé.

In un’analisi di successo ciò che è tanto familiare per il paziente da non essere visto, è osservato per la prima volta e, nell’adattarsi allo sfondo, cambia. Diventa una delle possibilità. La novità sorge. | D.B. Stern

 

Pubblicato da natalinaamoroso

Psicologa Psicoterapeuta Psicoanalista