Cosa aspettarsi da un percorso psicoterapeutico?

Il lavoro psicoterapeutico evoca nuove esperienze emotive, che aiutano a riconfigurare la “cornice narrativa” all’interno della quale il paziente è abituato a inquadrare i propri vissuti.

La psicoterapia non ha un andamento necessariamente lineare, o del tutto prevedibile e pianificabile, perché paziente e psicoterapeuta, lavorando insieme, alimentano il percorso di sempre nuovi contributi, consci e inconsci, che emergono dal trasformarsi e dall’evolversi della relazione terapeutica stessa.

Durante il primo colloquio, avviene una conoscenza preliminare volta a stabilire l’opportunità dell’avvio di un percorso di trattamento psicoterapeutico.

All’inizio del percorso, paziente e psicoterapeuta stabiliscono alcune coordinate importanti che delineano le modalità di svolgimento del lavoro: gli obiettivi terapeutici, la modalità di svolgimento delle sedute, la cadenza degli incontri.

Ciascun percorso psicoterapeutico è diverso dall’altro, perciò non è possibile indicare una durata del trattamento valida per tutti i pazienti. Anche questo aspetto viene discusso da paziente e psicoterapeuta, in relazione all’andamento delle sedute e al miglioramento del benessere del paziente e della sua soddisfazione rispetto al percorso intrapreso.

Pubblicato da natalinaamoroso

Psicologa Psicoterapeuta Psicoanalista