Quando e perché rivolgersi ad uno psicoterapeuta?

Per maturare una più profonda consapevolezza rispetto al proprio mondo emotivo, che permetta di migliorare la propria esperienza di sé e le relazioni con gli altri.

In situazioni di disagio profondo, di difficoltà emotiva ed esistenziale.

In presenza di sintomi, cioè di manifestazioni psichiche e somatiche:

– che arrecano sofferenza e disagio;

– per le quali sembra impossibile trovare una spiegazione, o alle quali è difficile attribuire un senso;

– che costituiscono un impedimento allo svolgimento delle attività quotidiane;

– che insorgono come momenti di rottura rispetto all’equilibrio psicologico (emotivo, relazionale, di conoscenza di sè) esistente.

In momenti cruciali e particolarmente importanti della propria vita, per affrontare i quali si avverta la necessità di ricevere supporto.